Il troppo studio fa male. Ecco a quali problemi porta e come evitarli

Lo abbiamo sempre pensato, da oggi ne abbiamo anche la conferma. Il troppo studio fa male alla nostra salute fisica e mentale. A fare la luce sul problema, un articolo apparso sul giornale inglese The Guardian, che racconta come chi studia troppo possa andare incontro a svariate problematiche, tutte piuttosto serie, tra cui depressione, disturbi del sonno, incapacità di proseguire gli studi e nei casi più gravi anche a meditare il suicidio.

L’esperienza raccontata nel giornale inglese è quella di chi svolge in Inghilterra un dottorato di ricerca. Un’esperienza bella e affascinante ma che non lascia abbastanza spazio per se stessi. Mentre c’è chi sceglie di far coesistere la propria esperienza universitaria con la vita sociale, ci sono anche gli studenti che pur di raggiungere il successo saltano i pasti e dormono poco. E alla lunga tutto questo stress si paga a caro prezzo.

Ma quali possono essere i modi per non andare incontro a ciò? Il primo tra tutti: dedicando il giusto spazio a se stessi. Abbiamo parlato in mille articoli in questo blog di quanto vivere la propria vita sociale, dedicarsi ai propri hobby o all’attività fisica sia assolutamente necessario per raggiungere un’auspicabile serenità mentale.

E poi? Ne va di mezzo la carriera universitaria? No, assolutamente no. Anzi molto spesso dedicarsi a se stessi fa in modo che si trovino le giuste forze per affrontare meglio lo studio. In altri termini, non sempre studiare tutto il giorno è più producente di studiare un paio di ore alla massima concentrazione. E, se anche lo fosse, siamo davvero disposti a pagare quel prezzo che è il nostro benessere fisico e psicologico? Ovviamente no. Studiare dunque è giusto. Studiare troppo no.

Se ti va puoi leggere anche altri nostri articoli su questo argomento:

Universitari, non dimenticatevi di vivere: non siete i vostri voti nè la vostra laurea

La felicità è più importante degli esami universitari

La vita non è solo studio, laurea ed esami

I sintomi dello studente che studia troppo

Condividi questo articolo con i tuoi amici