Giurisprudenza, quanto guadagnano gli studenti dopo la laurea

Si è parlato molto spesso delle prospettive di lavoro per i laureati in Giurisprudenza ma forse poche volte ci siamo soffermati sulle reali possibilità di guadagno. Infatti, nonostante lo studio del diritto non si piazzi tra i primi posti nella graduatoria delle lauree che danno più lavoro, è opportuno dire che le professioni giuridiche sono sempre e comunque tra le più prestigiose e, come tali, tra quelle meglio retribuite. Lo stipendio medio dei laureati subito dopo il conseguimento della laurea (entro 1 anno dal titolo) è di 956 euro mensili (1.106 euro per gli uomini, 858 per le donne).

La situazione migliora quanto siano trascorsi almeno 3 anni dalla laurea: lo stipendio medio si innalza intorno ai 1.031 euro mensili (1.119 euro per gli uomini, 964 per le donne). Infine si arriva ad ottenere guadagni soddisfacenti solo dopo che siano trascorsi 5 anni dal titolo: qui lo stipendio tocca la soglia dei 1.215 euro mensili di media (1.388 per uomini e 1.104 per donne).

Giurisprudenza, essere fuori corso è la regola: ecco tutti dati di un fenomeno preoccupante


Il 70% dei laureati in Giurisprudenza trova lavoro entro 5 anni dalla laurea

Migliori Università di Giurisprudenza in Italia

Giurisprudenza, in arrivo accesso diretto al concorso in magistratura?