Studentessa falsifica esami: sospesa dall’Università e va a processo

Molto gravi saranno le conseguenze della condotta di una studentessa dell’Università di Bari responsabile di aver falsificato tre esami, indebitamente registrati nella propria carriera, con la collaborazione di alcuni dipendenti della segreteria studenti. A scoprirlo la Procura di Bari dopo una lunga indagine cominciata lo scorso agosto e terminata proprio in questi giorni. Adesso per la studentessa si aprono scenari poco gratificanti.

L’Università di Bari mediante delibera del Senato Accademico ha già preso la sua decisione: la studentessa è stata infatti sottoposta alla più severa sanzione disciplinare prevista dallo statuto d’Ateneo, consistente nella sospensione da qualsiasi attività didattica (compresa la possibilità di dare esami) per la durata di 12 mesi.


Non meno gravi saranno i risvolti in sede penale: essa sarà infatti chiamata a rispondere davanti ai giudici di vari e non poco gravi reati tra cui falso in atto pubblico e accesso abusivo a sistema informatico.