Diventa dottore senza avere il diploma, i giudici confermano la laurea 

Davvero molto singolare la storia raccontata oggi sulle pagine del Corriere della Sera. Uno studente campano si era laureato all’Università Statale di Milano dopo anni di sacrifici nello studio. La laurea gli era però stata revocata in quanto lo studente si era iscritto all’Università senza diploma: infatti la scuola che egli aveva frequentato a Torre del Greco (Napoli) non era parificata e forniva titolo di studio poi risultati falsi.

Lo studente, ignaro di tutto, si era poi iscritto all’Università e aveva con successo completato tutto l’iter e si era dunque laureato il 19 marzo 2013. Circa un anno dopo, nel gennaio 2014, gli era arrivata la lettera che gli comunicava la brutta notizia: la sua carriera universitaria era stata cancellata a causa dell’assenza del diploma e conseguentemente la sua laurea revocata.


Per lo sfortunato studente è dunque cominciata una stagione di battaglie giudiziarie volte a farsi riconoscere il titolo di studio conquistato con i propri sacrifici e con merito. Finchè non è arrivata la pronuncia del Consiglio di Stato, massimo organo in tema di giustizia amministrativa in Italia, la quale ha dato ragione allo studente e confermato la validità della sua laurea. La decisione è stata presa basandosi sulla buona fede dello studente, raggirato dalla scuola superiore che aveva frequentato, nonchè per i grandi sacrifici che aveva fatto per laurearsi. Una storia davvero sgradevole ma per fortuna conclusasi con un lieto fine.