I laureati scappano dal Sud: per loro è più facile trovare lavoro in Grecia

La situazione economica del nostro Paese non è certamente florida ma la crisi più pesante si sente soprattutto nelle Regioni del Sud Italia. In queste zone, infatti, la disoccupazione giovanile oggi si aggira intorno al 56%: in pratica più della metà dei giovani meridionali non riesce a trovare un’occupazione. A farne le spese, secondo il rapporto Svimez, sono soprattutto i giovani con i più alti titoli di studio: i laureati per intenderci. Essi infatti cercano ormai altrove occupazione e per loro, dati alla mano, è più semplice trovare occupazione in Grecia, nonostante la fortissima crisi che ha colpito questo Paese, piuttosto che nel Meridione d’Italia.

Un’analisi che preoccupa e non poco. Secondo gli esperti la situazione non andrà che a peggiorare: se dal 2001 a oggi sono 1,7 milioni gli emigrati dal Sud Italia, è previsto che nel 2065 ad abitare nelle Regioni meridionali sarà solo un quarto degli abitanti d’Italia. Ci sarà il vuoto. Come si può d’altra parte pretendere qualcosa di diverso? A fronte di una terra che sforna e ha sempre sfornato talenti in tutte le discipline (quelli più celebri sono i talenti dello sport, recentemente osannati alle Olimpiadi di Rio; non mancano però i geni nel campo del diritto, della medicina, dell’ingegneria e dell’imprenditoria) la carenza di lavoro è un problema enorme cui non si riesce più oggettivamente a fare fronte. I meriti di molti non vengono premiati: così l’idea di andare via viene spontanea e molti la perseguono già prima di iscriversi all’Università, scegliendo di studiare già in Atenei del Nord.

Quale cervello sarebbe disposto a non trovare lavoro o a trovarlo sottopagato pur di restare nella propria terra d’origine? Nessuno. Giustamente, aggiungeremmo noi. Il Sud sembra ormai soffrire una crisi senza fine, crisi che tocca soprattutto le giovani generazioni e i laureati in particolare. A ciò si aggiunga che anche la qualità dell’insegnamento non è ai massimi livelli: basta consultare la classifica dei migliori Atenei italiani (puoi leggerla qui) per capire che tutti i posti in fondo alla graduatoria sono tutti occupati da Università del Sud. Una catastrofe, insomma. Dalla quale sarà difficile uscire e dalla quale tantissimi sognano di scappare il prima possibile.

Condividi questo articolo con i tuoi amici