Kit di sopravvivenza per studenti fuori sede: come cercare casa…

Essere studenti fuori sede comporta una lunga serie di problemi. Non soltanto quelli che riguardano lo studio, ma anche quelli che impediscono di organizzare nel modo migliore la propria vita.

Per questi motivi noi di Uniaffitti abbiamo deciso di creare una sorta di “kit di sopravvivenza” per tutti gli studenti che devono affrontare le sfide quotidiane lontani da casa. Cominciamo!

Cercare Casa

Naturalmente il primo problema da affrontare per gli studenti fuori sede è quello relativo alla casa o comunque una sistemazione dignitosa in grado di fare da punto d’appoggio per dormire, studiare, festeggiare e avere a disposizione tutto il necessario.
Se una piccola minoranza di fortunati può approfittare dell’opportunità offerta dagli alloggi universitari, per gli altri non resta che cercare strade alternative, con il rischio di doversi confrontare con proprietari desiderosi di trarre il massimo di profitto dalla disponibilità di alloggi in zone pregiate come quelle che si stendono intorno alle città universitarie.

Chi vuole avere buone possibilità di trovare una sistemazione dignitosa senza dover sborsare un occhio della testa dovrebbe come prima cosa sfruttare una risorsa importante come gli annunci sul web. Per chi arriva da un’altra città la ricerca di una casa cui potersi appoggiare nell’anno universitario può rivelarsi non soltanto difficile, ma anche estenuante. Per abbreviare i tempi non resta quindi che collegarsi alla rete e fare una ricerca in grado di far capire la disponibilità di abitazioni nella città ove si dovranno condurre gli studi. Attraverso il sito uniaffitti, potrai spulciare le migliori offerte di affitto per studenti (link https://www.uniaffitti.it), suddivise per città e tipologia.

Coinquilini

Trovato il vostro luogo di studio ideale, non dimenticatevi che dovrete imparare a convivere con dei coinquilini, amici o sconosciuti che siano in casa ci sono delle regole. Vi consigliamo di trovare coinquilini con una visione della vita (universitaria) simile alla vostra. Se siete uno studioso/a, cercate coinquilini che lo siano almeno quanto voi! Se amate le feste e lo studio è all’ultimo gradino della vostra scala di importanza, allora badate bene di non mettervi in casa il secchione di turno! Detto questo, vi consigliamo di star lontani da queste 5 “razze” di coinquilini:

  • “mi casa es tu casa” : è bello essere accoglienti ed avere sempre amici intorno, ma a tutto c’è un limite, e lui non cel’ha! 🙂

  • “lo spendaccione” : se i soldi fossero i suoi, il problema non ci sarebbe. Il fatto è che diventa spendaccione proprio con i soldi della cassa comune!

  • “lo scroccone” : è il classico coinquilino che pagherà la prossima volta!

  • “il festaiolo” : per lui/lei non ci sono orari, ne per tornare a casa (ubriaco), ne per fare lo spuntino pre-dormita

  • “il maniaco dell’ordine/lo sporco” : due comportamenti all’opposto, ma che alla lunga possono renderti la convivenza insopportabile

Contratto

Altro aspetto importante per lo studente fuori sede è rappresentato dal contratto. Se qualche anno fa il mercato degli affitti era una giungla, negli ultimi tempi le cose, fortunatamente, oggi sono cambiate. Lasciamo la parola alle nostre guide sui contratti di affitto. (link http://blog.uniaffitti.it/?s=contratto)

Spese e bollette

Una valutazione che va fatta con estrema attenzione è quella relativa alla spesa da affrontare. In questo senso va conteggiato non solo il canone di affitto, ma anche le spese che occorre fronteggiare, a partire dalla caparra. Informazione molto importante in tal senso è quella riguardante le spese di condominio, ovvero se siano o meno comprese nella richiesta della controparte. Nel caso negativo occorre sincerarsi della loro reale entità, facendosi mostrare una ricevuta rilasciata dall’amministratore. Altra voce che può influire notevolmente, soprattutto in un paese ove le tariffe sono salate come l’Italia è quella relativa al riscaldamento: autonomo o centralizzato? Stesso discorso per ogni altra utenza e in tutti i casi occorre appurare la reale entità del peso finanziario da sostenere facendosi rilasciare le bollette dal proprietario, in modo da evitare sgradite sorprese una volta firmato il contratto di affitto.

Potete leggere l’articolo completo sul blog di uniaffitti.it, al seguente link: risorse utili per lo studente fuorisede (http://blog.uniaffitti.it/tutte-le-risorse-utili-per-gli-studenti-fuori-sede-casa-coinquilini-contratto/)

Condividi questo articolo con i tuoi amici