Senza giri di parole: Luci sul Terrorismo Islamico

Guerre e attentati sembrano essere le notizie all’ordine del giorno nel territorio Orientale. Tra un massacro ed un altro, ci si chiede ancora il perché questa aberrante situazione non sia stata fermata.
Il contesto internazionale europeo, segnato da un frastagliato percorso storico e da continue pressioni economiche, in particolar modo nella regione mediterranea, trova grandi difficoltà di integrazione: non riesce a portare avanti una promozione democratica!
Ma “Come capire il terrorismo Islamico?” ci siamo chiesti più e più volte. Chi, cosa dove e perché.
I ragazzi di Azione Universitaria di Scienze Politiche quindi, senza giri di parole, hanno deciso di organizzare un seminario “storico economico ed internazionale” nel loro stesso dipartimento. Luci sul Terrorismo Islamico, che si svolgerà nell’Aula Magna di palazzo Pedagaggi il 16 Marzo 2016 alle 10.00 del mattino.
Interverranno il Prof. Barone, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, che darà il benvenuto agli ospiti; il Prof. Cresti, docente di Storia dell’Africa, che farà un intervento sulla storia del territorio in esame analizzando la natura e le diversità dei diversi gruppi terroristici presenti, il Prof. Granozzi, docente di Storia Contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche, spiegherà come le relazioni economiche e petrolifere di fine conflitti bellici hanno influito sulla creazione dei gruppi interni e come questa problematica rappresenta una minaccia alla stabilità regionale mediterranea; la Prof.ssa Gentile, docente di Scienza Politica, parlerà di quali sono le sfide del terrorismo islamico e le possibili risposte, attraverso lo studio di attori, strategie e prospettive; l’Avv. Giammusso, Vicepresidente del Consiglio Comunale di Gravina di Catania, affronterà il tema dell’immigrazione, osservandolo da un punto di vista nettamente pragmatico; la studentessa Flavia Reitano, spiegherà le necessità di conoscere e apprendere un tema così delicato.
Fine della conversazione in chat
Inviato da Messenger

Condividi questo articolo con i tuoi amici