Grande partecipazione al seminario “Luci sul terrorismo islamico”

«Guerre e attentati sembrano essere le notizie all’ordine del giorno nel territorio Orientale» ha esordito iniziando Luca Lo Presti, rappresentante degli studenti di Azione Universitaria di Scienze Politiche e promotore del seminario. – «Ma “Come capire il terrorismo Islamico?” ci siamo chiesti più e più volte. Chi, cosa dove e perché».E’ il tema dell’incontro svoltosi oggi e organizzato dai ragazzi di Scienze Politiche di Azione Universitaria dal titolo “Luci sul Terrorismo Islamico” presso la Sala Conferenze del Polo Didattico di Via Gravina.

Relatori dell’evento il Prof. Granata, docente di Storia Contemporanea, Prof. Cresti, docente di Storia e Istituzioni dell’Africa, la Prof.ssa Gentile, docente di Scienza Politica, il Prof. Granozzi docente di Storia Contemporanea, l’Avv. Massimiliano Giammusso, che ha trattato il tema dal punto di vista giuridico e la studentessa Flavia Reitano.

Nel seminario, che ha visto una grande partecipazione da parte degli studenti dell’Ateneo Catanese sono stati trattati anche temi delicati non solo relativi al terrorismo, ma anche affini all’immigrazione.

«L’Unione Europea cerca di portare avanti una promozione democratica» ha continuato il coordinatore di Scienze Politiche di Azione Universitaria Luca Lo Presti «ma data l’instabilità dell’oriente non riesce a prendere una decisione concreta e si comporta da potenza divisa. Non dobbiamo essere vittime di istituzionalismo sociologico, e ribadiamo come la conoscenza sia lo strumento migliore per fronteggiare questo problema”. Soddisfatto il presidente provinciale di Azione Universitaria Catania Francesco Ferlito: ” Iniziative come quella portata avanti a Scienze Politiche sono fondamentali per il mondo universitario. È importante confrontarsi e discutere su temi sociali che riguardano la collettività e che meritano profonde riflessioni”.

Condividi questo articolo con i tuoi amici