Università, sarà vietato rifiutare il voto di un esame? La proposta che fa discutere

“Nel rifiutare un voto non c’è nulla di pedagogico, anzi, è una perdita di tempo per i docenti e per gli studenti che rifacendo l’esame non migliorano la loro preparazione, piuttosto allungano la loro permanenza all’università, cosa che invece puntiamo a ridurre” ha dichiarato il professor Massimiliano Barolo, docente di Ingegneria chimica e presidente della scuola di Ingegneria di Padova. Una proposta che fa certamente molto discutere, dopo che alcuni Atenei hanno già sbarrato la strada alla possibilità di poter sostenere nuovamente un esame dopo averlo già sostenuto.

Gli studenti saranno d’accordo?

Gli studenti saranno d’accordo con questa proposta? Probabilmente no. Infatti è una prassi ormai consolidata e certamente anche molto diffusa quella di rifiutare un voto all’esame per poi poterlo risostenere. In particolare ciò viene fatto da coloro che hanno a cuore la propria media (nell’ottica di conseguire un voto di laurea molto soddisfacente). Tuttavia c’è chi sostiene che il voto non è essenziale: lo è molto di più laurearsi in tempo. Sulla questione ci sono punti di vista molto contrastanti. C’è infatti chi sostiene l’esatto contrario. E si tratta di esperti del mondo delle imprese e del lavoro, dunque non gli ultimi arrivati. Leggi il nostro articolo completo su questo argomento.

E’ così importante il voto di laurea?

Infine nel nostro blog avevamo già più volte affrontato la tematica della reale importanza del voto di laurea. Spesso infatti la centralità di questo viene un pò sopravvalutata. Sarebbe forse preferibile accumulare altre esperienze formative (Erasmus, ad esempio) che concentrarsi unicamente nello studio. Se ti interessa approfondire la questione, ti rimandiamo al nostro articolo sull’importanza del voto di laurea.

Condividi questo articolo con i tuoi amici