Quali sono le facoltà universitarie più difficili?

Quando c’è da scegliere la facoltà universitaria molti studenti cercano prima di sapere quale sia la mole di studio da affrontare e quale la rigidità dei professori. Questo accade perché molto spesso si cerca la laurea come un titolo di studio aggiuntivo (magari per avere maggiori speranze di accedere al mondo del lavoro) ma per arrivare a ciò non si vuole affrontare un cammino troppo tortuoso e pieno di sacrifici. In realtà, comunque, non è semplice dare una risposta alla domanda su quale sia la facoltà universitaria più difficile. Come infatti vedremo in gioco ci sono tantissime varianti e molte di queste possono variare da Ateneo a Ateneo. Per esempio, potremmo anche affermare che una delle facoltà più difficili sia quella di Giurisprudenza. Non si dubita che questo possa essere vero ma è altrettanto vero che la rigidità dei docenti di Giurisprudenza sarà diversa a seconda che si prenda in esame l’Ateneo della città x piuttosto che quello della città y (non facciamo i nomi per non scomodare nessuno e perchè comunque varrebbero a titolo meramente esemplificativo).

Anzitutto dipende dalle proprie passioni

Certamente una fetta importante del proprio successo in campo universitario dipende dalle proprie passioni e dalle proprie attitudini. Se infatti si ha passione per un settore che astrattamente si pone come uno dei più complessi, nulla vieta di riuscire a conseguire la laurea in tempi brevi e per di più con una votazione brillante. Pertanto, oltre alle già menzionate difficoltà nel poter fare una classifica delle facoltà universitarie più difficili a causa delle ovvie differenze da sede a sede, si aggiunge una componente soggettiva difficile (anzi, impossibile) da analizzare.

Proviamo a vedere il numero dei fuori corso

In generale comunque il dato che più degli altri può venirci incontro nell’individuare la facoltà più difficile è certamente quello inerente il dato dei fuori corso. E’ ovvio infatti che tendenzialmente (e sottolineiamo tendenzialmente) i corsi di laurea con più fuori corso siano quelli dove è più complesso raggiungere la laurea. In realtà anche questo dato va preso con le pinze: ad esempio un corso di laurea potrebbe avere più fuori corso perché ci si iscrivono più studenti lavoratori i quali, avendo meno tempo per studiare a disposizione, finiscono con il laurearsi in ritardo. Se volete analizzare la percentuale dei fuori corso per ogni singola facoltà universitaria (e con le differenze tra corsi di laurea triennali e corsi di laurea magistrali) potete leggere il nostro articolo a riguardo cliccando qui.

Condividi questo articolo con i tuoi amici