Nuova pratica Avvocati, si potranno fare 6 mesi prima della laurea. Ecco tutte le novità

Cambiata per non dire rivoluzionata la pratica forense. Adesso probabilmente una delle poche cose che coincideranno con il passato sarà il periodo pur sempre di 18 mesi. Ma stavolta, e questa è una delle novità più importanti e forse anche la più gradita, 6 mesi si potranno sostenere già prima di conseguire la laurea. Cosa che accorcerà notevolmente i tempi per poter sostenere l’esame di abilitazione. Risparmiando 6 mesi, infatti, è come se si risparmiasse 1 anno: non di rado accade infatti che non si riesce a sostenere l’esame per pochi mesi di pratica mancanti e si deve per forza di cose attendere l’anno successivo.

Ma non è tutto: il tirocinio consisterà, oltre alla collaborazione diretta con l’Avvocato di riferimento, anche nella frequenza obbligatoria e con profitto, sempre per 18 mesi, dei corsi di formazione ex art. 43 l. n. 247/2012.

Il nuovo decreto ministeriale sta ormai per essere approvato e diventerà realtà per tutti gli studenti. In particolar modo gli studenti di Giurisprudenza che sono sul punto di laurearsi dovranno fare attenzione a queste nuove regole che potranno avvantaggiare e ridurre di molto i tempi della pratica per un più rapido inserimento nel mondo del lavoro.

Se invece manca ancora un pò per laurearti, puoi leggere il nostro articolo con tutte le novità sul corso di laurea in Giurisprudenza che stanno per entrare in vigore.

Condividi questo articolo con i tuoi amici