5 ottimi motivi per studiare Giurisprudenza

Si parla sempre del fatto che Giurisprudenza sia una facoltà in cui trovare lavoro è complesso, in cui bisogna fare tanti sacrifici e che non ripaga degli sforzi fatti. Oggi però vogliamo darvi un diverso punto di vista e suggerirvi 5 ottimi motivi per i quali studiare a Giurisprudenza non solo è utile ma conviene. Questi potranno servire a chi deve iscrivere per non farsi scoraggiare prima del tempo e a chi è già iscritto per rivalutare eventuali dubbi che possa aver avuto nella scelta fatta.

1) IL LAVORO non è vero che il lavoro manca. E’ vero che la professione dell’avvocato è inflazionata molto. Ma con la laurea in Giurisprudenza possono ricoprirsi tante mansioni e candidarsi a tantissimi concorsi pubblici.

2) IL PRESTIGIO certamente la laurea in Giurisprudenza, senza presunzione, è molto più prestigiosa come Facoltà rispetto a tante altre. E prestigioso sarà anche il titolo di studio che conseguirete


3) SAPERE STUDIARE chi studia a Giurisprudenza sa studiare e sa fare camminare la testa. Non ho mai conosciuto uno studente di diritto laureatosi senza applicare un minimo di ragionamento allo studio. Questo è utilissimo per la vita

4) SAPERE COME VA IL MONDO studiando le leggi si studiano tante cose concrete e si capisce come vanno se non tutti comunque la gran parte dei settori della vita. Sono stato a lauree di studenti di altri corsi che parlavano di cose astrattissime, delle quali probabilmente non sentirò mai più parlare in vita mia. In Giurisprudenza questo accade raramente, si parla sempre di cose concrete

5) PREPARA ALLA VITA credete che superata l’Università il vostro mondo sarà rose e fiori? Beh, non è affatto così. La vita dà sempre grattacapi che bisogna risolvere. Affrontarli già all’Università vi preparerà meglio al lavoro certo, ma anche alla vita. Vi abitua a sbrigarvela da soli. E scusate se è poco.