Cambiare operatore costa, sarà necessario pagare la penale

Tradire un operatore diventerà costoso. La pratica di passare da un marchio all’altro per godere di offerte più convenienti, tutelata dalla legge 40 del 2007, altrimenti detta legge Bersani, sembra essere stata sovrastata dal disegno di legge sulla Concorrenza approvato venerdì 20 febbraio dal Consiglio dei Ministri : “Nel caso di risoluzione anticipata […] l’eventuale penale deve essere equa e proporzionata al valore del contratto e alla durata residua della promozione offerta”. Torna quindi, nero su bianco, la penale che la Bersani aveva eliminato lasciando esclusivamente i costi tecnici dovuti alla eventuale disattivazione.

Condividi questo articolo con i tuoi amici